“LARGO AGLI EXPORT MANAGER”

Nov 24, 2020

Così titola un articolo di Chiara Bussi uscito sul Sole24ore del 5 ottobre. Una figura alla ribalta delle cronache, quella dell’export manager in tempo di pandemia. Il Patto governativo per l’export l’ha definita «indispensabile per sostenere l’accesso delle imprese ai mercati esteri».

Si osserva una forte richiesta della figura dell’export manager nel terzo trimestre corrente. Parallelamente l’export italiano registra un +2.1% in settembre 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (in particolare +2.8% nei paesi extra UE e +1.4% verso l’Unione Europea).

Si prevede pertanto che la richiesta di export manager da parte delle aziende italiane sarà in crescita nei prossimi due anni. Il dato supererà quello della richiesta di commerciali per un mercato interno in sostanziale ristagno.

Intanto le skill dell’export manager si spostano sempre più sul versante digitale. Restano alla base le capacità di analisi e pianificazione, relazionali e organizzative. Il digital export manager della “ripartenza” dovrà però dimostrare di padroneggiare l’uso dei nuovi strumenti digitali, dei trend societal e dei marketplace B2B e B2C. Il suo obiettivo primario sarà la creazione di completi progetti di internazionalizzazione proattiva – ben diversi dal fenomeno occasionale dall’export episodico, spesso subito dalle aziende negli scorsi anni.

https://www.ilsole24ore.com/art/largo-export-manager-chiave-il-rilancio-pmi-made-italy-mondo-ADqNvft

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.