Google diventerà un motore di ricerca semantico?

Jan 1, 2020

Google è un motore di ricerca “ponte”. Per meglio dire è “il” motore di ricerca “ponte”. Certamente il più usato e il più performante, funziona al pari di altri motori – quali Bing in Usa e Yandex in Russia – : risponde alle nostre interrogazioni fornendo una lista di siti (URL) in cui, dopo attento vaglio e spesso lunghe letture, potremo trovare la risposta a quello che cerchiamo. Google però ha in serbo ben altro per noi. Google vuole diventare un motore di ricerca semantico, in grado di fornire una riposta precisa e soprattutto concisa alla nostra domanda – e non dei siti su cui poterla trovare.

Google è il primo motore di ricerca mondiale, detiene infatti il 92,8% delle ricerche su browser (Statcounter); grazie all’utilizzo della tecnologia dei Big Data registra e incamera i dati delle interrogazioni ed è certamente la piattaforma più indicata per riuscire al meglio nell’impresa. Una vera rivoluzione ci attende dunque nei prossimo futuro. Possiamo averne un’anticipazione visitando il sito: www.wolframalpha.com che già funziona come motore di ricerca semantico.

 

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.