Attenti alle truffe: prodotti Covid-19

Mag 8, 2020Aziende, Covid, import, truffe

In tanti anni di attività in stretta collaborazione con le aziende toscane mi sono spesso imbattuta in tentativi di truffa. Voglio parlarvi oggi del più recente, che si sta verificando in queste settimane di lockdown.

E’ fatto noto che la richiesta di articoli di protezione individuale sia cresciuta esponenzialmente a livello mondiale. Per poter essere venduti in Europa, ciascuno di questi prodotti – mascherine, guanti, visiere, tute ecc. – deve essere accompagnato da specifiche certificazioni emesse da Enti accreditati dalla Commissione Europea (New Approach Notified and Designated Organisations Information System).

I produttori, o più spesso le trading company, dei paesi esportatori dei DPI forniscono tali certificati su richiesta degli acquirenti. Si sono verificati però molti casi di certificati fasulli come riportato da un recente articolo dell’European Safety Federation, per cui è di primaria importanza verificare sempre, oltre all’affidabilità dei fornitori stessi, anche la validità dei certificati da loro forniti.

Se all’inizio della pandemia ci si poteva rivolgere agli Enti Certificatori europei per avere conferma della validità dei documenti emessi a loro nome, oggi molti di questi Enti non sono più in grado di dare risposte in tempi utili, per via dell’enorme afflusso di richieste che giornalmente ricevono. Se abbiamo fortuna, gli Enti dispongono di una pagina di verifica online dei certificati; in altri casi per rispetto della privacy gli Enti sono tenuti a chiedere l’avallo del loro cliente prima di fornire informazioni a terzi – il che prolunga la procedura e talvolta la blocca.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SONO

Eletta Vettori è l’autrice del blog di exportconsulting.it

Export Manager poliglotta dal 1999, ha svolto incarichi di direzione commerciale negli anni recenti e si dedica oggi interamente all’attività di consulente per l’internazionalizzazione, in ambito import ed export.